Lista di controllo: tosaerba generatore di pacciame

Una prova di resistenza dell’università di Vienna-Essling ha dimostrato chiaramente i vantaggi del generatore di pacciame. Abbiamo riassunto tre motivi per la pacciamatura:

  1. Generando costantemente pacciame per tutto il periodo vegetativo, si può ottenere un manto erboso più denso e di un verde più intenso. Una migliore crescita dell’erba riduce il feltro.
  2. Il materiale triturato non deve essere smaltito. Viene sminuzzato e ricade a terra.
  3. Il taglio del prato serve come fonte naturale di sostanze nutritive. In termini di quantità e in relazione tra loro, queste sostanze nutritive riciclate corrispondono esattamente al fabbisogno ottimale del prato. Vengono rilasciate in modo lento, sostenibile e uniforme. In questo modo si può risparmiare una notevole quantità di fertilizzante, avendo cura non solo del portafoglio ma anche dell’ambiente.

Consigli per l’uso del generatore di pacciame:

Se si desidera ottenere i migliori risultati con la pacciamatura, si dovrebbe tagliare l’erba un po’ più spesso del solito. Se possibile, falciare vicino all’erba secca. Se l’erba è bagnata, andare più lentamente e tagliare l’erba di meno, in modo che non si formino zolle. Variare la direzione del taglio, in modo che l’erba venga afferrata meglio dal tosaerba e i tagli siano distribuiti in modo più uniforme. In questo modo potrete ottenere un taglio omogeneo. Lavorare sempre a pieno regime (velocità massima) e con le lame ben affilate. Durante la stagione, si consiglia di effettuare regolarmente la verifica delle lame del tosaerba. Ricordate di controllare regolarmente il tosaerba stesso. Ripulitelo da resti di materiale triturato, se necessario.

Le cose più importanti in breve:

150527_Posting_Checkliste_Mulchen_V2

Consiglio: stampare la lista di controllo e appenderla nel deposito degli attrezzi, oppure salvarla sullo smartphone.

Qui è possibile scaricare la lista di controllo “3 motivi per la pacciamatura”.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *