Pronti per l’inverno: la cura del prato in autunno

Bambini che giocano, caldo e feste giardino: il vostro prato ne ha viste di tutti i colori durante l’estate. Per questo motivo è particolarmente importante prendersi cura in autunno delle superfici erbose e prepararle alla stagione fredda. Rimuovere le foglie, tosare il prato e concimare sono sulla lista delle cose da fare.

Abbiamo raccolto i consigli più importanti per garantire che il vostro prato superi l’inverno alla grande.

La giusta cura del prato durante l’autunno aiuta il vostro giardino ad affrontare al meglio l’inverno

 

Raccogliere il fogliame con facilità

Rosso, giallo e verde – le foglie autunnali sono davvero belle sugli alberi, ma vederle sparse sul terreno intorno alla casa significa molto lavoro. Tuttavia, se vengono lasciate in terra, favoriscono marcimento e macchie gialle. Il motivo è che nelle aree coperte non arriva aria né luce. Per un prato sano conviene quindi darsi da fare in autunno.

Il momento giusto: entro la metà di novembre è necessario rimuovere le foglie dal giardino. Se non volete utilizzare un rastrello, le foglie possono essere facilmente rimosse con il tosaerba. Impostare il tosaerba su taglio alto e dotarlo di un cesto di raccolta. Le foglie si lasciano raccogliere al meglio quando lo strato non è eccessivamente spesso e il fogliame è asciutto. Una giornata di sole autunnale è quindi ideale per la cura del prato.

Suggerimento: intorno ad arbusti o sulle aiuole, è possibile lasciare il fogliame, in quanto protegge dal gelo e fornisce ai piccoli abitanti del giardino un rifugio invernale.

Raccogliere le foglie con un tosaerba permette di risparmiare un sacco di tempo e fatica.

 

Il vostro tosaerba non ha un raccoglierba? I nostri rivenditori sono pronti a offrirvi consulenza senza impegno. Potete trovare un rivenditore STIHL e VIKING nella vostra zona qui.

L’ultima tosatura: tagliare il prato

“Corta e robusta” dovrebbe essere il vostro motto per l’ultima tosatura del prato. In questo modo si evita che l’erba sia schiacciata al suolo dalla neve e si diminuisce il rischio di un’infestazione di funghi. Anche in questo caso, consigliamo di tagliare il prato con un cesto di raccolta. Così facendo non sarà necessario rimuovere i residui del taglio successivamente.

Il momento giusto: l’ultima tosatura dovrebbe essere realizzata prima dell’arrivo del gelo. Tuttavia, è anche necessario che non ci siano troppe giornate calde in arrivo, che favoriscono la crescita dell’erba. Una giornata secca tra fine ottobre e metà novembre è quindi una buona scelta, dato che più secca è l’erba, maggiore è la facilità di tosatura.

Quando le notti si fanno più fredde e le giornate si accorciano, non si dovrebbe più arieggiare il prato. Se il vostro prato tende alla formazione di muschio, conviene attendere le temperature miti della prossima primavera. Il momento ideale per arieggiare va da aprile a maggio e, in autunno, da settembre a ottobre.

L’utilizzo di un cesto di raccolta durante l’ultima tosatura garantisce che non rimangano residui del taglio.

 

Rifornimento di sostanze nutritive: concimare il prato

Ad una cura a base di sostanze nutritive prima dell’inverno ci pensa un’ultima concimazione. Tuttavia, il normale concime per prati non è adatto, in quanto contiene troppo azoto. Ciò favorirebbe la crescita del prato, rendendolo particolarmente sensibile al freddo. Consigliamo di utilizzare invece uno specifico concime autunnale ricco di potassio. Il potassio assicura che l’erba sia resistente al gelo e affronti al meglio i lunghi mesi invernali.

Il momento giusto: se dopo l’ultima tosatura avete ancora energia, approfittatene per procedere alla concimazione del prato. Per facilitare ulteriormente il lavoro, è possibile utilizzare un carrello spargiconcime. Con questo le sostanze nutritive vengono distribuite in modo uniforme su tutto il prato.

Con un carrello spargiconcime è possibile distribuire rapidamente e in modo omogeneo il fertilizzante.

Che la stagione fredda abbia inizio: il vostro prato è pronto per l’inverno

Con l’arrivo dell’inverno, il vostro prato si prepara al letargo. In questo periodo è consigliabile accedere il meno possibile al prato. Ciò è particolarmente importante in caso di temperature sotto lo zero, in quanto i fili d’erba si rompono molto facilmente. Un prato rovinato ha bisogno in primavera di maggiore tempo per rigenerarsi. Se invece concedete al vostro giardino la sua meritata pausa, vi aspetta in primavera un prato liscio e rigoglioso.

Anche il vostro tosaerba è stato sottoposto al controllo invernale? Dopo l’ultimo taglio del prato, è consigliabile preparare all’inverno anche il vostro tosaerba. Tutti gli aspetti più importanti a rigurdo possono essere trovati nel nostro articolo Controllo invernale: manutenzione e cura per il vostro tosaerba.