Cura professionale del verde con attrezzi a batteria: intervista a due esperti

I professionisti del giardinaggio e della cura del paesaggio danno molta importanza alla costanza delle prestazioni e alla facilità di trasporto delle loro attrezzature. Nella scelta dell’acquisto inoltre un’azienda terrà conto anche di altri fattori, come il comfort per i collaboratori, la protezione acustica e il contenimento dei costi.

Abbiamo chiesto a due esperti del settore di raccontarci le loro esperienze e di illustrarci i vantaggi degli apparecchi a batteria.

Gli esperti Joachim Göbig (a sinistra) e Gerald Müller (a destra).

Gli esperti Joachim Göbig (a sinistra) e Gerald Müller (a destra).

Presentiamo i due esperti

Joachim Göbig lavora per il Comune di Darmstadt come responsabile tecnico della formazione. Si occupa dell’assistenza agli allievi e del coordinamento delle attrezzature necessarie alle aziende, dai grandi apparecchi per il parco veicoli a prodotti più piccoli per la cura dei parchi a Darmstadt.

Gerald Müller (G. M.) lavora per Vivawest Dienstleistungen GmbH (VwDL), una filiale del gruppo Vivawest, come responsabile dello sviluppo prodotti/gestione qualità. VIVAWEST è una delle principali agenzie immobiliari della Renania Settentrionale-Vestfalia. Le società coordinate dal gruppo offrono servizi di manutenzione come lavori artigianali e gestione degli spazi verdi. Tra le altre cose Gerald Müller si occupa dello sviluppo delle innovazioni e delle nuove tecniche di lavoro.

STIHL: Quali strumenti utilizzano le vostre aziende per la cura del verde?

G.: Diciamo che, in questo settore, non c’è attrezzo che non usiamo. L’assortimento spazia da tagliasiepi, decespugliatori, motoseghe, soffiatori, ma anche tosaerba. Al momento, per i servizi esterni, possiamo contare su 35 collaboratori addetti alla cura dei parchi di Darmstadt, tra cui quattro apprendisti.

M.: Anche noi utilizziamo un po’ tutti gli attrezzi manuali di piccole dimensioni: abbiamo 170 decespugliatori, 150 tagliasiepi, 120 motoseghe e 110 soffiatori spalleggiati, tutti forniti da STIHL. Per dare un’idea dei numeri: tra i 380 dipendenti dell’azienda, circa 200 si occupano di 12 milioni di m2 di verde in ambienti residenziali.

 

Difficile trovare difetti nel decespugliatore a batteria FSA 130.

Difficile trovare difetti nel decespugliatore a batteria FSA 130.

STIHL: Utilizzate anche attrezzi a batteria?

G.: A occhio e croce abbiamo in dotazione 50 attrezzi a batteria. Devo precisare che oltre agli attrezzi a batteria, ci avvaliamo anche della fornitura di un altro produttore, con cui otto anni fa abbiamo iniziato il processo di conversione. Circa quattro anni fa abbiamo cambiato strategia, affidandoci a STIHL. La decisione è dovuta al ventaglio più ampio di soluzioni offerte da STIHL, una miglior scelta di attrezzature e una più capillare rete di distribuzione. Ad esempio è più facile trovare pezzi di ricambio o nuovi attrezzi.

M.: Ovviamente nel settore artigianale ci serviamo già da molto di attrezzi a batteria. Va da sé che l’artigiano non possa fare a meno del trapano a batteria. Per le attività esterne invece la tecnologia a batteria è una novità degli ultimi 3-4 anni. In questo periodo gli utensili hanno raggiunto la qualità e le prestazioni richieste.

Abbiamo condotto un progetto pilota con test di prova della strumentazione a batteria in condizioni reali. I risultati incoraggianti porteranno chiaramente a un aumento degli acquisti di questa tipologia di prodotti, ma al momento non tutti gli attrezzi funzionano a batteria. Siamo partiti da alcuni attrezzi e ora, quando dobbiamo acquistare un nuovo prodotto, siamo orientati verso quelli a batteria. Dopo aver testato diversi produttori, la nostra scelta è caduta su STIHL. A convincerci sono stati l’efficienza degli strumenti e l’assortimento, in grado di soddisfare ogni nostra esigenza. Inoltre la scelta di un solo produttore riduce i costi operativi e delle riparazioni.

M.: “Siamo partiti da alcuni attrezzi e ora, quando dobbiamo acquistare un nuovo prodotto, siamo orientati verso quelli a batteria”.

G.: Stiamo inoltre cercando di diminuire gli attrezzi a benzina. Abbiamo notato diversi vantaggi professionali nell’impiego di attrezzi a batteria, ad esempio i valori di emissioni e protezione acustica, come nel caso della cura di superfici verdi nel cuore urbano. In certi casi, ad esempio quando lavoriamo con soffiatori, i residenti si lamentano. Con gli attrezzi a benzina era possibile lavorare solo nella fascia tra le 9:00 e le 12:00. Con quelli a batteria il problema non si pone, rendendo tutto più flessibile.

 

Con i soffiatori a batteria è possibile intervenire a qualunque ora.

Con i soffiatori a batteria è possibile intervenire a qualunque ora.

STIHL: I vostri colleghi avevano qualche riserva la prima volta che si sono trovati a lavorare con attrezzi a batteria?

M.: In realtà dopo il primo test, i nostri collaboratori erano entusiasti delle prestazioni. In certi ambiti gli attrezzi a batteria non hanno nulla da invidiare a quelli a benzina. È il caso di tagliasiepi, decespugliatori e soffiatori, per i quali i colleghi ormai preferiscono l’opzione a batteria che garantisce una migliore maneggevolezza. Nel segmento delle motoseghe invece sono ancora un po’ restii.

G.: Nel complesso il gradimento è elevato, tanto che gli attrezzi a batteria vengono richiesti attivamente. Quando i colleghi scoprono che sono arrivati nuovi attrezzi, sono loro a chiederci di provarli. E quando sul giornale o alle fiere s’imbattono in un nuovo prodotto, mi chiedono di noleggiarlo. La scelta del campo di applicazione è dettata da idee molto concrete.

Anche da noi all’inizio i collaboratori avevano qualche perplessità, ma dopo i primi test hanno espresso il desiderio di acquistare solo seghe a batteria. Non abbattiamo alberi di grandi dimensioni, ma li curiamo, potando i rami più spessi. Per questo tipo di operazioni, la motosega a batteria è molto più pratica e leggera. Ad esempio nel taglio di legna morta, i riscontri mi dicono che è più facile interagire con i colleghi anche mentre si lavora: l’inquinamento acustico cala sensibilmente.

G.: “Anche da noi all’inizio i collaboratori avevano qualche perplessità, ma dopo i primi test hanno espresso il desiderio di acquistare solo seghe a batteria”.

M.: Anche noi riceviamo riscontri simili rispetto agli interventi su alberi e legna. Oltre alla riduzione delle emissioni acustiche, anche la maneggevolezza risulta migliore, specie nel caso dell’azionamento e dell’impiego di strumenti per piattaforme su autocarro.

L’uso di più batterie di ricambio permette di prolungare i tempi operativi. I costi delle batterie di ricambio non sono maggiori di quelli per il rifornimento di benzina.

Perfetta per l’arboricoltura: La motosega a batteria garantisce prestazioni complete. Basta premere un pulsante.

Perfetta per l’arboricoltura: La motosega a batteria garantisce prestazioni complete. Basta premere un pulsante.

 

STIHL: Secondo voi quali sono i vantaggi principali della batteria per un’azienda?

M.: Tralasciando le ragioni operative già dette, di sicuro ci sono anche dei vantaggi ecologici. Inoltre, come azienda, nella valutazione dobbiamo considerare anche gli aspetti economici. Facendo un confronto incrociato, i costi di manutenzione ridotti rendono consigliabili gli investimenti in attrezzature a batteria. Bastano meno di due anni per ammortizzare i costi e anche il funzionamento è più economico, grazie all’abbandono dei carburanti.

G.: Il principale vantaggio per la nostra azienda è costituito infatti dai minori costi di manutenzione e, di conseguenza, dalla riduzione dei fermi. Intendiamoci, a un tagliasiepi prima o poi dovrai comunque cambiare la lama, ma perlomeno ti risparmi le ostruzioni al carburatore o problemi allo scarico. Da quando la gamma di attrezzi a batteria è così ampia, con prestazioni e durata immutate, non abbiamo quasi nulla contro la batteria.

Operazioni senza emissioni grazie ai nuovi tagliasiepi a batteria HSA 94 R

Operazioni senza emissioni grazie ai nuovi tagliasiepi a batteria HSA 94 R

STIHL: Avete entrambi affermato che il gradimento dei prodotti a batteria è estremamente elevato. Secondo voi perché?

G.: I colleghi preferiscono lavorare senza protezioni acustiche, che, per i prodotti a batteria, non sono necessarie. Inoltre non necessitano di carburante; la sostituzione della batteria è molto più rapida e pulita.

M.: Anche per noi la protezione acustica ha un ruolo primario: i soffiatori a batteria hanno una pressione acustica più bassa di 10 decibel rispetto a utensili analoghi a benzina. Questo valore, che forse di per sé non dirà granché, equivale a un dimezzamento delle emissioni e a una riduzione dei disagi per lavoratori e residenti delle zone in cui ci è affidata la cura del verde. I riscontri ricevuti ci indicano che gli apparecchi emettono meno vibrazioni, rendendo le operazioni più comode e prolungando i tempi di funzionamento.

STIHL: Che sfide comporta per un azienda la conversione alla batteria?

M.: In generale bisogna ripensare i processi operativi. A titolo d’esempio posso citare la consegna, il ritiro e il caricamento delle batterie. Se un tempo, prima di iniziare a lavorare, dovevamo riempire una tanica, ora abbiamo batterie ricaricate in quantità sufficiente.

G.: In ottica aziendale, la gestione della ricarica è un discorso interessante. La nostra sede si trova in un edificio antico con problemi di approvvigionamento elettrico. Vogliamo proseguire il passaggio alla batteria, ma ovviamente tutti i nuovi attrezzi dovranno essere ricaricati. Inoltre, ai fini della sicurezza sul lavoro, è importante avere uno scomparto speciale per la batteria.

M.: Anche per noi al momento la questione della ricarica è un discorso da sviluppare. Ci servono soluzioni industriali per poter convertire completamente tutti gli attrezzi alla batteria, perché è questo il nostro obiettivo.

Molti prodotti con sistema a batteria PRO di STIHL prevedono la possibilità di trasportare la batteria sulla schiena.

Molti prodotti con sistema a batteria PRO di STIHL prevedono la possibilità di trasportare la batteria sulla schiena.

Grazie dell’intervista e dei contributi stimolanti.

Motoseghe, potatori, tagliasiepi e soffiatori. Per avere una panoramica dei prodotti a batteria PRO, consulta il nostro sito o rivolgiti ai rivenditori specializzati STIHL.