Ulteriori sviluppi nelle motoseghe MS 261 C-M e MS 362 C-M

La MS 261 C-M e la MS 362 C-M sono tra le motoseghe STIHL più amate. Accompagnano i professionisti nel loro lavoro quotidiano e hanno dato ottimi risultati nel corso degli anni. Ma non siamo ancora soddisfatti. Anche le cose buone possono sempre migliorare. Chi lavora molte ore con la motosega sa apprezzarne la leggerezza. Il peso gioca un ruolo fondamentale, così come è importante anche una buona impugnatura. Ci abbiamo lavorato e abbiamo modificato con successo entrambi i modelli. Risultato: entrambi i modelli sono sensibilmente più leggeri. Per facilitare il lavoro a chi li usa, è stata poi rivista la struttura ergonomica degli apparecchi.

1

Chi lavora molto con la motosega, ha bisogno di un apparecchio leggero.

Meno peso per un lavoro più leggero

La MS 362 C-M, con i suoi 5,6 kg, è di 200 g. più leggera rispetto al modello precedente, diventando così la motosega professionale più leggera nella categoria dei 60 cc.
Nella storica MS 261 C-M siamo riusciti a far scendere il peso addirittura a 4,9 kg. Alleggerendola di oltre 300 gr, c’è una significativa riduzione del carico di lavoro per l’utente.
La riduzione del peso è dipesa principalmente dall’ottimizzazione del coperchio del rocchetto e del cilindro. Questi modelli sono ora più leggeri, ma sono stabili esattamente come prima.

2

I principali miglioramenti alle motoseghe a colpo d’occhio

Sprocket in forma snella

3

Il coperchio del rocchetto è stato completamente ridisegnato.

Il nuovo coperchio è più leggero di quasi 100 g. E grazie a questa nuova concezione, entrambi i modelli hanno anche radicalmente migliorato la loro maneggevolezza. Nel caso di una potatura dal lato del tronco, la motosega può sorreggersi sulla parte inferiore e piatta del coperchio, in modo da usare questa zona come perno. La motosega è dunque più maneggevole e lavora con maggiore precisione.
La linea dinamica e le forme angolari fanno anche in modo che la segatura che rimane attaccata alla catena finisca poi sul coperchio e venga rimossa più facilmente.

Una nuova concezione di arpione per un taglio più preciso

4

L’arpione ha ora 4 denti anziché 5.

Al posto dei 5 denti ora ci sono 4 punte affilate per garantire un taglio più preciso. Le punte di metallo resistente sono disposte e sagomate in modo da adattarsi perfettamente all’incurvatura del tronco: I due denti esterni sono più grandi e più lunghi, quello interno, invece, è più piccolo. Una volta infilato l’arpione, il peso della sega e la vibrazione del motore vengono facilmente trasferiti sul tronco. Così si può lavorare in maniera tecnicamente ancora più precisa di prima.
La punta in basso, se ben conficcata nel tronco, diventa ora anche un perno e un punto di oscillazione ottimale: un vantaggio notevole, soprattutto nel caso in cui una corretta direzione di taglio sia fondamentale.

Facendo seguito alle richieste di molti professionisti, abbiamo aggiunto dei fori di serie su entrambi i modelli, grazie ai quali potete collegare un secondo arpione esterno.

Un cilindro più leggero per una più facile manutenzione

5

Il cilindro viene ora montato in diagonale. Questo riduce l’accumulo di sporcizia, ottimizza il raffreddamento e garantisce una maggiore maneggevolezza.

Il cilindro è stato ridisegnato per rendere il cuore del motore più leggero, piatto e compatto. Il cilindro è montato in diagonale e le alette di raffreddamento si sviluppano in obliquo anziché in orizzontale. Grazie a questa inclinazione, alle alette rimane attaccata meno sporcizia. Il raffreddamento è più efficace, poiché la corrente d’aria aspirata dalla ventola sul fianco sinistro per raffreddare il motore è molto più veloce. L’aria soffia via meglio la segatura, di conseguenza il cilindro ha bisogno di essere pulito meno spesso. Inoltre si è spostato il baricentro della macchina, il che favorisce una maggiore maneggevolezza.

6

Una panoramica sugli elementi che hanno subito modifiche sostanziali.

Anche altri elementi più piccoli sono stati significativamente modificati per ridurre il peso dei due modelli, senza minimamente intaccare la stabilità e l’affidabilità delle motoseghe.

Fatevi voi stessi un’idea della novità e della leggerezza della MS 362 C-M e della MS 261 C-M presso il vostro rivenditore STIHL.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *