Gruppo STIHL: overview dell’anno in corso e nuove sfide digitali

  • L’euro forte e le condizioni climatiche incidono sul fatturato
  • I nuovi tosaerba a batteria STIHL superano ogni previsione sul fatturato
  • Soluzioni intelligenti per Smart Forest, Smart Garden e Smart Landscaping

“Nonostante le condizioni climatiche sfavorevoli e l’euro forte, il volume di vendite del gruppo STIHL ha registrato un lieve aumento rispetto all’anno scorso” ha dichiarato Bertram Kandziora, Presidente del Consiglio di Amministrazione, alla conferenza stampa indetta dalla società lo scorso 18 settembre. I prodotti a benzina hanno avuto un ruolo di primo piano in questo aumento. “È una dimostrazione del fatto che i nostri prodotti tradizionali con motore a miscela a olio benzina sono – e rimarranno a lungo – un supporto importante” ha proseguito Kandziora. Ma anche gli attrezzi da giardinaggio, tosaerba a batteria in primis, hanno avuto una crescita sopra la media. Da gennaio ad agosto 2018, il gruppo ha registrato un fatturato di 2,65 miliardi di euro, con una lieve flessione dell’1,7%. Depurato dagli effetti dei tassi di cambio, il successo nelle vendite avrebbe portato a un aumento del 4,1% sul fatturato rispetto all’anno scorso. Tuttavia, i cambi valutari su alcuni mercati strategici per STIHL (USA, ma anche Brasile) hanno portato a un minor fatturato a causa della relativa forza dell’euro. La crescita è stata ulteriormente rallentata dalla breve durata dei periodi vegetativi – soprattutto in Europa occidentale e centrale e nell’area nordamericana – con un inverno freddo e persistente e un’estate torrida.

I nuovi tosaerba a batteria STIHL superano ogni previsione di fatturato Negli ultimi otto mesi, il volume complessivo di vendite di STIHL ha registrato un leggero incremento rispetto alla stessa finestra temporale dell’anno precedente. “Ad eccezione del Nord America, quasi tutti gli altri mercati chiave hanno migliorato l’andamento dello scorso anno” ha spiegato il Presidente del CdA. In Europa occidentale, dopo un inverno prolungato, le vendite sono notevolmente cresciute a causa della forte richiesta di prodotti a batteria STIHL. In Asia e in Africa le vendite hanno riportato crescite a due cifre. In Europa occidentale è salita la richiesta delle motoseghe STIHL e dei tosaerba STIHL a batteria lanciati a inizio anno, contestualmente al cambio di marchio. Le vendite di tosaerba STIHL a batteria sono più che raddoppiate. Ecco le parole del presidente del CdA di STIHL: “È un risultato che va oltre le nostre aspettative nel segmento dei tosaerba a batteria”. Il riscontro positivo fornito dalla nostra clientela dimostra che la volontà di STIHL di entrare nella sfera del giardinaggio, nota in tutto il mondo, si è rivelata una scelta vincente. Per il 2019 ci attendiamo che i nuovi prodotti STIHL abbiano un effetto positivo sulle vendite”. Il personale del gruppo STIHL ha registrato un nuovo incremento: al 31 agosto 2018, il gruppo poteva contare su 16.928 dipendenti in tutto il mondo, pari a un aumento dell’11%.

STIHL RMA 443

STIHL RMA 443

Aumento del fatturato e del personale nella casa madre tedesca Nei primi otto mesi, il fatturato della casa madre tedesca ANDREAS STIHL AG & Co. KG ha registrato un aumento del 6%, per un totale di 804 milioni di euro. Anche il numero di dipendenti è aumentato. “Siamo riusciti a coprire molte posizioni aperte nel campo delle batterie, dell’elettronica, dei Connected Products e dell’IT” ha commentato Kandziora. Al 31 agosto 2018, la casa madre poteva contare su 4.957 dipendenti in tutto il mondo, pari a un ampliamento del personale dell’8%. Complessivamente a Waiblingen lavorano 3.885 collaboratori. A Ludwigsburg sono 265, a Prüm-Weinsheim 737, mentre a Wiechs am Randen 70. Da inizio anno a fine agosto, 168 dipendenti con contratto a tempo determinato sono stati stabilizzati a tempo indeterminato. Il gruppo investe massicciamente anche nella formazione del personale: STIHL aumenta le posizioni di formazione professionale dalle attuali 75 del 2018 ai 104 del 2019. Nel 2018 l’azienda aveva allargato il numero di tirocinanti neoassunti da 60 a 75, con un ampliamento biennale complessivo del 73%. Con l’introduzione del percorso di tecnico informatico, il quadro formativo si arricchisce di una nuova specializzazione. “L’impegno dei nostri collaboratori è la base del successo aziendale. Gli sforzi compiuti nell’ambito della formazione e gli investimenti nelle nostre risorse garantiscono margini di crescita anche per il futuro” ha analizzato il presidente del CdA.

Nuove soluzioni intelligenti per Smart Forest, Smart Garden e Smart Landscaping L’anno scorso il gruppo ha introdotto ambiti, strutture e metodi di lavoro inediti, per proseguire nello sviluppo dei prodotti STIHL con funzioni digitali. “Ora raccogliamo i frutti di questo lavoro: nei segmenti di Smart Garden, Smart Forest e Smart Landscaping abbiamo progettato soluzioni intelligenti e prodotti interconnessi, in grado di agevolare ulteriormente le attività dei nostri clienti in mezzo alla natura e in giardino” ha dichiarato Kandziora. Partendo dallo Smart Garden, STIHL offre un sistema intelligente per l’irrigazione del giardino e un robot tosaerba – entrambi controllabili da App. Nello Smart Forest, l’azienda ha elaborato programmi di Virtual e Augmented Reality per la formazione sul prodotto, sviluppando inoltre la prima motosega con motore a miscela a olio benzina con sensore di dosaggio del carburante. Il nuovo Software LogBuch – un progetto pilota Forst 4.0 – offre all’utente una soluzione intelligente di silvicoltura per la geolocalizzazione di un oggetto, come un albero. I dati salvati vengono trasferiti al sistema LogBuch basato sul Web, dove i messaggi vocali vengono convertiti automaticamente in testo, mentre i dati relativi ai punti corrispondenti vengono rappresentati su mappa digitale. Con la dicitura STIHL connect pro, il gruppo mira a creare un sistema cloud per una gestione efficiente della flotta su base digitale che assicuri vantaggi per il giardinaggio, la cura del paesaggio e gli enti locali. “Con la soluzione software MemoMeister” – prosegue Kandziora – “offriamo inoltre agli addetti all’allestimento di giardini e aree verdi una piattaforma comunicativa e gestionale in grado di semplificare sensibilmente le operazioni”. MemoMeister è ideato dalla startup Freiraum, di cui STIHL è diventata azionista a inizio anno.

CGI Smart Garden

GCI Smart Garden

 

Novità dei prodotti STIHL Al termine della conferenza stampa avvenuta durante lo STIHL media day, l’azienda ha presentato diverse novità.

  • Motosega a benzina: Con MS 500i, STIHL presenta la prima motosega prodotta in serie con iniezione elettronica del carburante; la motosega entrerà in commercio a partire dal 2019. La tecnologia a iniezione assicura un’accelerazione della catena a 0 a 100 km/h in 0,25 secondi e un rapporto peso/potenza di 1,24 kg/kW – un valore al momento insuperato nel segmento delle motoseghe in serie. “La motosega, presentata in forma di prototipo l’anno scorso, è caratterizzata da un’accensione eccezionale. Il motore eroga una potenza ottimale fin dall’avviamento” ha illustrato Kandziora.
  • Smart Garden Hub: Nuovo STIHL GCI 100 per un impianto di irrigazione smart: la tecnologia intelligente regola l’irrigazione in giardino e in superfici più estese come parchi o aree sportive. Smart Garden Hub è controllabile via app tramite smartphone o tablet. È possibile ridurre il consumo idrico fino al 50%. Il sistema efficiente è in grado di riconoscere e connettersi a determinati prodotti via cloud.
  • Soluzione di sistema cloud: STIHL connect pro è pensato per la gestione digitale di attrezzature e cicli di lavoro da parte di professionisti impegnati nella cura del verde e degli enti locali. STIHL Smart Connector, il sensore sull’apparecchio, tiene traccia delle ore di esercizio, trasmettendole alla STIHL Cloud tramite lo smartphone o il tablet dell’utente. Il portale STIHL connect pro fornisce all’utente anche una panoramica esaustiva sullo stato degli attrezzi e dei dati rilevanti come la tipologia e la durata d’impiego o le manutenzioni prefissate, consentendo di coordinare l’attrezzatura e le attività quotidiane in maniera ottimale.
  • Robot tosaerba: Il robot tosaerba STIHL iMow RMI 422 PC completa l’assortimento STIHL contestualmente al cambio di marchio avvenuto nella primavera 2019. Grazie all’App iMow, l’utente potrà controllare il tosaerba via smartphone o tablet. In via opzionale, è possibile chiedere a iMow di tenere conto delle condizioni meteorologiche nella pianificazione dei lavori.
  • Tosaerba a batteria: Per la cura professionale del verde in ambienti ad alta rumorosità, l’azienda ha presentato STIHL RMA 765 V, il prototipo di un nuovo tosaerba a batteria. Dotato di una generosa ampiezza di taglio di 63 cm, STIHL RMA 765 V si rivela particolarmente versatile grazie alla funzione Zero Turn sulla ruota anteriore. Il motore elettrico EC, senza bisogno di manutenzione, garantisce una vita utile prolungata. Il tosaerba è alimentato tramite batteria agli ioni di litio da 36 volt inserita nel sistema STIHL a batteria PRO.
  • Tosasiepi allungato a batteria: Grazie al sistema a batteria COMPACT, STIHL potenzia il proprio assortimento con il tosasiepi allungato leggero HLA 56. La lama con angolazione regolabile permette di eseguire tagli al di sopra della testa, verticali e a livello del suolo.
  • Idropulitrice: Dalla cura dei veicoli alla pulizia dei pavimenti… Le quattro nuove idropulitrici STIHL RE 100, RE 110, RE 120 e RE 130 PLUS si prestano a molteplici impieghi. I quattro attrezzi della classe di idropulitrici compatte e resistenti con pressione di esercizio fino a 135 bar sono dotati di ugello rotativo ad elevata azione pulente.
STIHL RE 110

STIHL RE 110

STIHL TIMBERSPORTS® World Championship approda in Gran Bretagna Per la prima volta, STIHL TIMBERSPORTS® World Championship approda in Gran Bretagna. Il 19 e il 20 ottobre, alla Echo Arena di Liverpool ha avuto luogo la finale internazionale della classe top nel taglio della legna. I migliori atleti del globo si sono contesi il titolo mondiale 2018 in discipline individuali e di squadra. Nella scorsa edizione entrambe le competizioni sono state dominate dagli atleti della Nuova Zelanda, quest’anno è stata la volta dell’Australia.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *